fbpx
SEO

10 importanti tendenze SEO 2020 che devi conoscere: guida

By 31 Maggio 2020 No Comments
seo trends

Oltre a certe regole evergreen da rispettare, quali sono i nuovi trend SEO?

 

Search Engine Journal l’ha chiesto agli esperti per rivelarci quali sono le migliori strategie di marketing in termini di page ranking e posizionamento nella SERP.

 

La nostra guida ti svela le 10 importanti tendenze SEO 2020 che devi conoscere.

 

Fra i nuovi trend per SEO specialist, ritroviamo nuovi algoritmi, grande attenzione sull’esperienza utente e sul locale.

 

Per far fronte ad una competitività sempre più accesa, bisogna fare un passo importante: ripensare il content marketing da zero per restare al passo con i tempi e con le evoluzioni del panorama della search.

 

Ecco la classifica aggiornata delle 10 tendenze SEO 2020 da seguire assolutamente.

 

1. La prima delle 10 importanti tendenze SEO 2020 che devi conoscere si chiama BERT

Il nuovo algoritmo BERT (Bidirectional Encoder Representations from Transformer) lanciato da Google nel 2019 ha incuriosito non poco i professionisti SEO.

 

Questo algoritmo incentrato sul search intent è come se ti suggerisse: non sforzarti a capire me, cerca piuttosto di concentrarti sul tuo utente, su cosa pensa e cosa vuole davvero.

 

Search intent ovvero intento di ricerca.

 

E’ quanto mai essenziale ripensare ai contenuti in funzione delle esigenze degli utenti. Cosa serve per impressionare ed attirare potenziali clienti? Trova la risposta a questa domanda.

 

Introducendo BERT e l’algoritmo dei featured snippets, Google ha fatto grandi passi in avanti in termini di corrispondenza degli intenti di ricerca piuttosto che su quella delle keyword.

 

 

Gli strumenti di ricerca per parole chiave potrebbero risultare meno rilevanti se dovessero continuare a dipendere da funzionalità come le query suggerite.

 

2. Contenuti di alta qualità in funzione del search intent

A conferma del search intent perseguito da Google con BERT, i contenuti di alta qualità devono racchiudere qualcosa in più.

 

I SEO devono abbandonare l’ossessione per le keyword puntando sulla soddisfazione delle esigenze dell’utenza.

 

Chi sono i tuoi utenti e come cercano?

 

Devi afferrare l’intento che è alla base delle domande poste dagli utenti, i problemi e le soluzioni da offrire.

 

Pubblica contenuti di qualità, concreti e autorevoli.

 

Sii costante nella pubblicazione e nella ricerca di soluzioni.

 

Evita di pubbicare post che affrontano lo stesso topic: è preferibile accorparli in un’unica pagina.

 

3. Google EAT

Tra le 10 importanti tendenze SEO 2020, al terzo posto troviamo l’EAT (vale a dire competenza, autorevolezza e affidabilità).

 

Google anche quest’anno concentra la sua attenzione sulla reputazione di un’azienda e su chi pubblica contenuti per conto della stessa.

 

Non c’è alcuna speranza di competere per aziende che presentano problemi di reputation, di affidabilità nei confronti degli utenti e in termini di servizio clienti.

 

Per affidabilità, s’intende non soltanto recensioni e feedback ma anche problemi tecnici e di security del sito web.

 

Google dichiara guerra alle fake news e ‘pesa’ l’autorevolezza delle informazioni incluse nelle biografie degli autori dei post.

 

4. Esperienza utente (UX) e technical SEO

Chi centra il bersaglio dell’esperienza utente e della tecnica SEO può raggiungere ottimi risultati.
In questo ambito, si considera anche la velocità della pagina e del sito.

 

Per essere al passo coi tempi, è necessario riprogettare i modelli di pagina, il modo con cui vengono caricate le risorse.

 

5. SEO mobile

Da tempo, si lavora al SEO mobile ma, tuttora, molte versioni nei siti non sono ottimizzate come dovrebbero.

 

Una buona soluzione è data dal progettare siti per dispositivi mobile per, poi, renderli compatibili per PC.

 

E’ consigliabile testare i siti nella versione mobile: l’utilizzo da device mobile prevale nettamente su quello da PC.

 

Parallelamente, bisogna studiare le SERP mobile, capirne il formato, quale traffico attendersi.

 

La SERP è destinata a diventare un vero e proprio hub multimediale (Google Cameos, mini-app, immagini 3D, realtà aumentata all’interno del motore di ricerca).

 

6. Dati strutturati

Che significa dati strutturati? Significa aiutare gli algoritmi e comprendere meglio i tuoi contenuti.

 

I dati devono essere strutturati in modo tale da fornire suggerimenti ai motori di ricerca.

 

In questo modo, gli algoritmi capiranno meglio i risultati basati sul search intent dell’utente, i contenuti all’interno di una pagina e come ogni elemento sia collegato agli altri e ad altre pagine del sito.

 

Il compito dei SEO è sfruttare i dati strutturati allo scopo di perfezionare l’analisi valutando quale parte dei contenuti è più efficace.

 

Questi dati incideranno sulla strategia di contenuto e marketing oppure sulle peculiarità del prodotto.
Vengono inseriti e perfezionati costantemente nuovi tipi di markup.

 

Chi non sfrutterà correttamente i dati strutturati potrebbe essere penalizzato.

 

7. Brand Building e Link Building

Il SEO deve creare posizionamenti e collegamenti multimediali per due scopi: supportare il rank di ricerca e spingere il brand.

 

Indirizzare l’attività di backlinking al marchio significa costruire la sua affidabilità e reputazione agli occhi degli utenti.

 

Una buona reputazione spinge la gente a condividere i contenuti di un’azienda, parlarne, acquistare prodotti o servizi.

 

8. Entità & Knowledge Graph

Da anni, l’Entità viene presa in grande considerazione dalla SEO locale.

La local SEO sta cambiando: oggi, avere Google My Business è importante per aziende che, operando in ambito locale, necessitano di maggiore visibilità.

 

Attualmente, è possibile valutare e classificare aziende ed attività commerciali locali, anche se non hanno un sito web.

 

Google è già attivo per quel che riguarda il monitoraggio delle visite del mondo reale. Dispone di un brevetto per utilizzare “quality visits” come indicatore di ranking.

Per essere ritenuto un’entità da Big G, basta fornire consigli di esperti, pubblicare report originali e autorevoli.

 

Il Branding e la Reputation sono fondamentali nella SEO.

 

Ottenere una robusta presenza nel knowledge graph ha un impatto enorme su più piattaforme (Google Search, Google Immagini, Google Discover, Bing Search).

 

Raggiungere questo obiettivo richiede coerenza, strategie, costanza, una buona comprensione di come funziona la pubblicazione di linked data e contenuti di qualità.

 

9. Contenuti video

Creare contenuti video è la scelta vincente anche per il 2020.

YouTube, secondo motore di ricerca dopo Google, si è ormai trasformato in una nuova specie di TV.

 

Si preferisce sempre più raccogliere informazioni attraverso brevi video piuttosto che articoli o e-book.

 

I video creati devono essere condivisi su social come Facebook o Linkedin oppure Vimeo, Tik Tok a seconda della strategia.

 

Con i video la visibilità vola anche all’interno dei risultati di ricerca organica.

 

10. Featured Snippet e Rich Snippet

Tra i suoi obiettivi, Google intende offrire sempre più informazioni direttamente nella SERP, oltre la metà delle ricerche registrano zero clic.

 

Questo perché alla richiesta dell’utente sempre più spesso viene data una risposta diretta nella SERP senza cliccare su nessun collegamento.

 

Bisogna puntare, quindi, sui Featured snippet (blocchi di informazioni mostrati nella parte superiore di una SERP) e Rich snippet (con titolo, descrizione, immagini, prezzi, recensioni con stelle).

 

 

Luca Pioggiosi

Author Luca Pioggiosi

Passo più tempo online che con gli amici. Forse esagero o forse è semplicemente ciò che amo fare. Da 10 anni ormai mi occupo di comunicare alle aziende e ai professionisti, quanto sia importante oggi avere una presenza e un'identità ben precisa online. Nell'animo sono effettivamente un pò nerd!

More posts by Luca Pioggiosi

Lascia un commento:

Leave a Reply

*

blog domidia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle ultime novità dell’online marketing.

Il giovedì nella tua posta!

Grazie mille, iscrizione avvenuta correttamente!