Digital Marketing

Come fare pubblicità con LinkedIn ADS: Cosa devi sapere prima di iniziare!3 minuti di lettura

By 21 Gennaio 2019 No Comments
Come fare pubblicità con LinkedIn ADS

 

Chiunque abbia un’attività è in costante ricerca di nuove strategie e nuovi strumenti per poter far sentire al mondo la propria voce, non è vero?

 

Oggi vi parliamo di come fare pubblicità con LinkedIn ADS, uno strumento molto importante per intercettare professionisti del settore.

 

Per le aziende B2B essere presenti su questo social è quasi d’obbligo e per aumentare la visibilità e creare campagne ad hoc è necessario inserire nel proprio piano di marketing una campagna advertising.

 

Che cos’è LinkedIn Ads?

Questo social network, un pò come fanno Facebook e Google Ads, è uno strumento che può essere utilizzato per creare e gestire campagne rivolte ad un pubblico molto specifico.

 

Attraverso la tua dashboard sarà possibile selezionare le caratteristiche del tuo target di riferimento, eseguire dei test, ottimizzare le campagne e generare dei report.

 

Come funziona?

Esistono tre tipi di annunci all’interno dello strumento https://www.linkedin.com/ads/.

 

  1. Contenuti Sponsorizzati
  2. Annunci di Testo
  3. Messaggi Inmail Sponsorizzati

 

I contenuti sponsorizzati sono molto d’impatto perchè vengono mostrati direttamente nella newsfeed degli utenti, mentre gli annunci testuali sono posizionati ai lati della newsfeed o all’interno delle pagine di profilo dell’utente.

 

Il terzo, ma non meno importante, è Messaggi inMail Sponsorizzati, è il modo perfetto per inviare i messaggi personalizzati tramite email al pubblico di destinazione.

 

Cosa e Come devi fare?

Ora è il momento di sapere come utilizzare LinkedIn Ads.

 

#1.

Per creare una campagna, devi entrare nella sezione di Linkedin ADS https://www.linkedin.com/ads/ e cliccare su “Crea Annuncio”.

 

Ti verranno chieste le credenziali di Linkedin e, una volta loggato, ti si aprirà la dashboard in cui ti verrà chiesto il nome del tuo account pubblicitario e i dati di fatturazione.

 

Dopo aver inserito tutte queste informazioni clicca su “Crea Campagna” e inizia a costruire il tuo annuncio.

 

#2.

Dopo aver selezionato il tipo di campagna, ti verrà chiesto di rispondere ad alcune domande, come la lingua in cui desideri che il tuo annuncio venga visualizzato ed il nome della campagna.

 

#3.

Devi avere bene in mente la tua strategia e andare a creare tutti i pezzetti che andranno a comporre il tuo annunci.

 

Ti servirà, ad esempio, il link di una landing page per l’acquisizione di contatti interessati e dovrai associarla alla tua campagna.

 

Successivamente dovrai passare alla parte creativa con la creazione del titolo dell’annuncio e il corpo dell’annuncio.

 

#4.

Questa è la parte più divertente, dovrai selezionare e calibrare tutti i parametri presenti per creare un annuncio targetizzato. A questo punto dovrai definire:

 

  1. Località: potrai selezionare tutta l’Italia, delle regioni o delle città specifiche.
  2. Azienda: puoi decidere di mostrare l’annuncio a tutti i dipendenti di quella determinata azienda.
  3. Settore: parametro importante per chi lavora su determinati settori.
  4. Dimensioni dell’azienda: puoi definire la grandezza dell’azienda, ti può essere d’aiuto se hai dei requisiti di fatturato da rispettare.
  5. Funzione lavorativa: se lavori su tutta Italia ma solo con determinate figure, questo campo è fondamentale.

 

#5.

Dopo aver selezionato il target, devi definire il metodo di pagamento del tuo annuncio che può essere CPC (pay per click) o CMP (Costo per mille visualizzazioni).

 

Non credo che la soluzione CPM sia quella più indicata, noi ad esempio per i nostri annunci mirati alla conversione usiamo quasi sempre il metodo CPC.

 

Diversamente, se dovessi fare una sponsorizzazione per aumentare l’awareness si potrebbe considerare la modalità di pagamento per CPM.

 

 

#6.

Dopo aver lanciato la tua campagna dovrai monitorare i risultati.

 

 

Nella sezione dedicata all’analisi potrai tenere sotto controllo tutte le azioni della tua pagina, il numero di conversioni, il costo per conversione, il numero di click ottenuti, il CPC medio e la spesa totale dell’account.

 

Conclusione

Vuoi saperne di più su Linkedin ADS e su come migliorare la tua presenza su questo social partendo dalla cura della tua pagina aziendale?

 

Contattaci per una chiacchierata informale e scopriamo cosa puoi fare per la tua attività.

 

Luca Pioggiosi

Author Luca Pioggiosi

Passo più tempo online che con gli amici. Forse esagero o forse è semplicemente ciò che amo fare. Da 10 anni ormai mi occupo di comunicare alle aziende e ai professionisti, quanto sia importante oggi avere una presenza e un'identità ben precisa online. Nell'animo sono effettivamente un pò nerd!

More posts by Luca Pioggiosi

Leave a Reply

*

1
×
Ciao!
Sono Luca, Digital Manager di Domidia.
Come posso aiutarti?
error: FENOMENO! CONDIVIDI invece DI COPIARE ;-)

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle ultime novità dell’online marketing.

Il giovedì nella tua posta!

Grazie mille, iscrizione avvenuta correttamente!