fbpx
SEO

Fattori che influenzano il posizionamento SEO + Bonus

Ulteriori informazioni: Moz: Cerca fattori di posizionamento Terra dei motori di ricerca: Tabella SEO Backlinko: i 200 fattori di ranking di Google Tempo stimato per la lettura: 4 minuti

Google continua ad essere il primo motore di ricerca al mondo. E lo è perché i suoi risultati sono sempre quelli desiderati e ricercati dagli utenti.

 

Per ottenere questo risultato BigG è costantemente alla ricerca di algoritmi intelligenti e oggi ancor di più usa sistemi statistici di analisi di comportamento degli utenti durante la loro navigazione e tecnologie di machine learning.

 

Esistono più di 200 fattori SEO di posizionamento che fanno sì che la tua pagina appaia o meno ad una certa posizione nei risultati di Google.

 

Questi fattori sono in continua evoluzione e si dividono in due tipi: fattori interni e fattori esterni.

 

1. Fattori esterni

I fattori esterni (SEO Off-site) sono quelli che non possiamo controllare direttamente. Indicano ai motori di ricerca l’autorità di un sito web, vale a dire se è affidabile o meno.

 

Nessuno sa esattamente come viene stabilita l’autorità di un sito Web, anche se è probabile che vi siano numerosi fattori che la definiscono.

 

Il comportamento dell’utente, la qualità dei collegamenti esterni e i segnali sociali sono alcuni dei più importanti:

 

  1. La qualità dei collegamenti esterni funziona come nella vita reale: supponete che stasera avete quella cena tanto attesa e che sia necessario portare un buon vino. Dove andresti a comprarlo? Molto probabilemente andrai in quel negozio proprio perchè il valore percepito di quel negozio è rafforzato dagli esperti che lo consigliano. Bene, dopo questa similitudine, accade esattamente lo stesso a Google, invece di prendere in considerazione il numero di collegamenti esterni che portano a un sito web, dà più importanza alla qualità dei siti web che indirizzano a quel collegamento.
  2. Comportamento dell’utente a seconda del comportamento di un utente, ad esempio le pagine visitate in precedenza e la frequenza con cui i motori di ricerca possono visualizzare l’uno o l’altro risultato. I risultati mostrati per lo stesso termine saranno diversi a seconda del luogo da cui viene eseguita la ricerca.
  3. Segnali sociali nei motori di ricerca, le menzioni nei social network influenzano la designazione dell’autorità di un dominio. I link condivisi su Facebook o su Linkedin, aiutano a far capire a Google se una pagina ha una certa autorevolezza o meno in quanto visitate da un numero non indifferente di utenti.

 

2. Fattori interni

I fattori interni (SEO On-page) sono quelli che possiamo controllare direttamente.

 

La qualità dei contenuti, l’architettura web e il codice HTML sono i fattori più rilevanti di un sito web.

 

  1. Il contenuto del nostro sito web è il fattore più importante per Google. Il contenuto deve contenere almeno 300 parole. Tuttavia, si osserva che i testi la cui lunghezza è compresa tra 1000 o 1200 parole si posizionano più facilmente. Prima di generare contenuti, è importante eseguire una ricerca di parole chiave e scegliere quelle su cui concentrare il contenuto, includerla all’interno del testo in modo più “natuale” possibile.
  2. Struttura una volta che i bot o gli spider di Google accedono al nostro sito web, inviano tutte le informazioni sui loro server. Ecco perché è importante facilitare, il più possibile, il monitoraggio. Avere una buona struttura delle URL non solo favorisce questo, ma aiuta anche l’usabilità favorendo una migliore navigazione dell’utente. Anche il tempo di ricarica è essenziale. Dobbiamo tenere presente che il fattore tempo di caricamento non solo peggiora l’esperienza dell’utente, ma influenza anche la capacità dei motori di ricerca di indicizzare tutte le pagine del tuo sito web.
  3. Il codice HTML i bot che accedono a un sito web leggono principalmente il tuo codice HTML, quindi è essenziale averlo ben strutturato e ottimizzato. I motori di ricerca utilizzano determinati tag HTML per visualizzare le informazioni presenti sul contenuto. Spieghiamo alcuni di questi tag che influenzano il posizionamento SEO: Tag del titolo: È visibile solo nel codice HTML della pagina. È il titolo blu che Google mostra nei suoi risultati. I motori di ricerca lo usano per identificare più facilmente di cosa tratta la pagina in questione. Tag meta-descrizione: Come il titolo, è visibile solo nei risultati di ricerca. I motori di ricerca non ne tengono conto durante il posizionamento. Tuttavia, una buona meta-descrizione può far sì che la tua pagina riceva più o meno clic. Tag di intestazione: i tag sono h1, h2, h3, ecc. che mostrano gerarchicamente i diversi titoli che possono essere trovati in un contenuto. Si consiglia l’utilizzo di un singolo h1 che definisce il titolo principale del testo. Dati strutturati: con l’inclusione di dati strutturati appropriati nei tuoi contenuti, si possono migliorare i risultati, inserendo altre informazioni, grazie ai Rich Snippet, ai Breadcrumb o al Form di ricerca per il sito web.
    Fornisce risposte per il Knowledge Graph: Se siete un’autorità su determinati contenuti (per esempio sull’orario d’inizio e sull’aggiornamento dei risultati di una partita di calcio) Google potrebbe utilizzare i dati del tuo sito per importarli come informazione a se stante all’interno della pagina con i risultati della ricerca, mescolandola anche con altre informazioni (altre partite, le previsioni del tempo, la programmazione televisiva dell’evento…)

 

E che dire dell’esperienza utente?

L’esperienza utente (UX) svolge un ruolo molto importante nel posizionamento SEO di una pagina.

 

Sebbene Google abbia confermato che non influenza la classifica dei risultati, almeno nelle ricerche effettuate dal desktop, la menziona costantemente nella sua guida su come valutare la qualità di un sito web.

 

Tuttavia, nei dispositivi mobili è diverso: poiché l’esperienza utente è la base dell’ultimo aggiornamento del motore di ricerca, i risultati offerti sui dispositivi mobili tengono conto dell’esperienza utente di una pagina.

 

Conclusione

Sebbene ci siano numerosi fattori che influenzano il posizionamento SEO del nostro sito web, avere aspetti tecnici ben ottimizzati aiuterà i motori di ricerca a identificare una posizione di assegnazione all’interno dei risultati di Google.

 

Tuttavia, avere contenuti unici e originali è un fattore chiave per il posizionamento SEO.

 

Ulteriori informazioni (BONUS):

 

Tabella fattori SEO: SCARICA Tabella SEO aggiornata al 2019


Don’t worry. We don’t spam.

 

Backlinko: i 200 fattori di ranking di Google

 

Luca Pioggiosi

Author Luca Pioggiosi

Passo più tempo online che con gli amici. Forse esagero o forse è semplicemente ciò che amo fare. Da 10 anni ormai mi occupo di comunicare alle aziende e ai professionisti, quanto sia importante oggi avere una presenza e un'identità ben precisa online. Nell'animo sono effettivamente un pò nerd!

More posts by Luca Pioggiosi

Leave a Reply

*

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle ultime novità dell’online marketing.

Il giovedì nella tua posta!

Grazie mille, iscrizione avvenuta correttamente!