fbpx

Piattaforma di social media: come scegliere quella giusta?

By 9 Luglio 2021 No Comments
social media

Hai deciso di tentare la carta dei social media per far conoscere la tua azienda. Tutti sanno cos’è un social network, un po’ meno come scegliere la piattaforma di social media più adatta al proprio business.

 

Il social media marketing efficace genera visibilità ed aumenta le vendite ma ci vuole un piano serio. Prima di pensare alla pianificazione, devi puntare sul cavallo vincente scelto tra tante piattaforme di social media.

 

E’ perfettamente inutile essere presente su tutte la piattaforme più diffuse in Italia.

 

Scegli tra Facebook, Instagram, Linkedin, Twitter, Pinterest, YouTube, TikTok, Snapchat quella più congeniale alla tua attività ed al tuo target. E’ preferibile dedicare più tempo al social network giusto piuttosto che sceglierne uno (o più di uno) che rischia di deludere le tue aspettative.

 

Vogliamo darti consigli utili proprio su questa parte iniziale, la più delicata, in cui entra in gioco il confronto tra i vari canali social, il proprio target e gli obiettivi della tua azienda.

Come scegliere la piattaforma di social media giusta per te

Per selezionare la piattaforma di social media ideale per la tua azienda, dovrai analizzare il tuo target di riferimento in base ai prodotti o servizi che offri.

 

A chi si rivolge il tuo brand? A teenagers o adulti? Uomini o donne? Ad un target locale, nazionale o internazionale? Quali sono i comportamenti di acquisto, i desideri, le abitudini e gli stili di vita del pubblico che il tuo brand dovrebbe soddisfare?

 

Una volta che avrai tracciato l’identikit del tuo target, potrai valutare quale pubblico, in prevalenza, popola le varie piattaforme. Oltre al target, dovrai considerare le caratteristiche peculiari di ogni social. Ad esempio, Instagram è il social delle foto, YouTube quello dei video. Per i tuoi prodotti vuoi puntare più sull’immagine o sulla videorecensione?

La scelta del social media perfetto è la fase iniziale che precede quella di creazione di una social media strategy.

I social media più diffusi in Italia

Facebook resta la piattaforma più utilizzata, viene scelta dai due terzi degli adulti statunitensi ma pare stia perdendo terreno tra le fasce più giovani della popolazione (è al quarto posto tra gli adolescenti).

 

I più giovani preferiscono Instagram (seconda piattaforma di social media più utilizzata che ha superato Twitter) e YouTube, mentre i giovanissimi Snapchat e TikTok. Linkedin, il social media prescelto dai marketer B2B, rimane stabile al 56%.

 

Scopriamo più da vicino le caratteristiche dei social media più diffusi in Italia. Facendo un confronto potrai scegliere quello più adatto al tuo brand.

 

Facebook

Facebook resta il gigante dei social media, il numero uno, con oltre 2,5 miliardi di utenti attivi. E’ popolato da giovani adulti (da 25 anni in su), adulti e anziani.

 

Qualsiasi azienda può trarre profitto da questa piattaforma perché può raggiungere qualsiasi tipo di pubblico in termini di età, interessi, comportamenti d’acquisto, stili di vita, provenienza.

 

Puoi sfruttare la funzione Gruppi, la sezione Marketplace e, ogni tanto, conviene ricorrere a Facebook Ads per i banner pubblicitari a pagamento. Facebook ti consente di targettizzare il pubblico per età, genere, interessi, ecc.

Tante possibilità contro una concorrenza particolarmente agguerrita.

 

Instagram

Instagram è il regno social dedicato ai contenuti visivi. Di conseguenza, è ideale per promuovere prodotti e servizi fortemente visual ed estetici (gioielleria, moda, arredamento, ecc.). E’ popolato da giovani e giovanissimi (tra o 18 ed i 34 anni).

 

Sfrutta soprattutto la funzione Stories e sappi che Instagram mette a disposizione anche link diretti tra prodotto postato e l’ecommerce o sito web che lo commercializza.

Oltre al grande impatto visivo, Instagram è in grado di mettere in risalto la filosofia ed il valore di un brand.

 

Pinterest

Come Instagram, Pinterest è il social dei contenuti visuali ma è anche quello delle ispirazioni, delle aziende che vendono prodotti creativi rivolti, in particolare, al pubblico femminile in cerca di nuovi trend (arredamento, abbigliamento, idee per le nozze o per i bambini, riutilizzo, ecc.).

 

YouTube

YouTube, social media del video marketing per eccellenza, è il secondo motore di ricerca con 2 miliardi di utenti attivi.
Nessun problema di target visto che attira un pubblico ampio e molto variegato. Piuttosto, dovrai puntare sulla video-vendibilità del prodotto o servizio da promuovere.

 

Se decidi di realizzare videorecensioni o tutorial originali, coinvolgenti e di qualità per promuovere il tuo business e vuoi stimolare l’interazione con gli utenti, YouTube è una tappa obbligata.
Per ottenere visibilità, prova YouTube e per raggiungere i migliori risultati affidati alla piattaforma di advertising di Google.

 

Twitter

Twitter, secondo una ricerca recente, è in lieve declino (usato solo dal 23% della popolazione). Questo social media si basa sull’interazione con gli hashtag ed è perfetto per chi pubblica le notizie del giorno e comunicazioni in tempo reale attraverso contenuti brevissimi (140 caratteri al massimo).

 

Indubbiamente, è da scegliere se si punta su una parte testuale molto incisiva. E’ la scelta giusta per professionisti che vogliono attirare altri professionisti e per chi ha una clientela internazionale.

 

Linkedin

Linkedin è stato creato per mettere in contatto i professionisti. Serve a mostrare le proprie competenze, a presentare in modo formale la propria attività, aumentare la professionalità:

 

E’ particolarmente efficace per una strategia di lead generation B2B e per cercare personale o collaboratori.

TikTok e Snapchat

Con TikTok e Snapchat entriamo nel mondo dei giovani e giovanissimi (dai 16 ai 24 anni).

 

TikTok ha portato una ventata di gioco e freschezza sui social: invita a creare video brevissimi della durata di 15”-60” (soprattutto musicali e molto divertenti) con la possibilità di renderli virali.

 

 

Snapchat è popolato per il 78% da ragazzi di età compresa tra i 18 ed i 24 anni. Qui si possono condividere contenuti visivi, foto di prodotti (anche tramite Stories) o del proprio team aziendale, eventi ma anche citazioni che facciano riferimento ad un brand oppure dati e statistiche.

Se il tuo brand nasce per il mondo dei giovani e giovanissimi potresti puntare su queste due piattaforme di social media.

Author Luca Pioggiosi

Passo più tempo online che con gli amici. Forse esagero o forse è semplicemente ciò che amo fare. Da 10 anni ormai mi occupo di comunicare alle aziende e ai professionisti, quanto sia importante oggi avere una presenza e un'identità ben precisa online. Nell'animo sono effettivamente un pò nerd!

More posts by Luca Pioggiosi

Lascia un commento:

Leave a Reply

*

blog domidia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle ultime novità dell’online marketing.

Il giovedì nella tua posta!

Grazie mille, iscrizione avvenuta correttamente!