fbpx
SEO

Realizzazione siti web e SEO: come assicurarsi un posto in SERP!

By 15 Novembre 2018 No Comments
consulenza seo milano

Realizzazione siti web in ottica seo, le nuove frontiere per assicurarsi i primi posti nelle SERP

Le ultime novità nel campo dell’ottimizzazione per i motori di ricerca

Siamo ormai alla fine dell’anno e gli esperti SEO stanno tirando le somme sulle principali novità del settore.

 

In casa Google tanti sono stati i cambiamenti e per molti aspetti le previsioni si sono confermate, soprattutto per quanto riguarda il mobile.

 

Per fare il punto della situazione in questo articolo sulle novità seo 2018 la web agency di Pisa, Novasoon, ha stilato una classifica dei trend che si sono fatti strada in questo anno rivoluzionario.

 

Per farla breve, le tendenze che più hanno influito a smuovere il terreno dell’ottimizzazione di siti e pagine web sono quelle che hanno imposto una maggiore attenzione alla produzione di contenuti pensati per gli esseri umani e non per il motore di ricerca.

 

Ma approfondiamo insieme gli aspetti più salienti di questo cambio di paradigma.

 

Il Mobilegeddon Update, l’evoluzione dell’ottimizzazione SEO per Mobile

Ricerca vocale Google, come realizzare siti web e contenuti ottimizzati per mobile

Google è sempre attento a monitorare le preferenze dei miliardi di persone che lo utilizzano come mezzo principale per relazionarsi con il web, ed è per questo che tutti i suoi sforzi sono dedicati al perfezionare le risposte che fornisce in base ai comportamenti e alle scelte alle degli utenti.

 

In altre parole, le SERP di Google ormai sono diventate in qualche modo più “intelligenti”, settorializzate e verticali per andare incontro alle esigenze di chi effettua una ricerca su Google.

 

Anche i non esperti SEO si saranno resi conto di utilizzare il motore di ricerca soprattutto da mobile nella loro routine giornaliera.

 

I dispositivi mobili hanno conquistato il nostro cuore e ormai non è più possibile pensare a un mondo senza smartphone e mobile friendly; essi hanno modificato in maniera radicale il modo in cui viene effettuata una richiesta di informazioni, che avviene sempre più frequentemente attraverso la ricerca vocale.

 

Un cambio di direzione che è stato ribattezzato da Hubspot “Mobilegeddon Update”, quasi a voler sottolineare la portata catastrofica rispetto il vecchio modo di pensare alla creazione di contenuti per il web.

 

I più recenti report sottolineano come più del 20% delle ricerche provengono da dispositivi mobili e sono effettuate con i comandi vocali; questo vuol dire che buona parte delle query è composta da più di 4 parole.

 

Ma come influisce sulla SEO questo aspetto?

 

Keyword research per Mobile, un nuovo modo di pensare alle parole chiave

Sicuramente anche il concetto di keyword research ha subito un notevole scossone nell’ultimo periodo.

 

Per chi opera nel campo della creazione dei contenuti in ottica SEO e per i seo specialist una delle sfide più grandi è sempre stata quella di inserire all’interno di un testo le keyword secche che, per intenderci, sono per la maggior parte composte da una o due parole raramente correlate da connettori, articoli e preposizioni.

 

Come abbiamo già visto, però, la tendenza è che le query stanno subendo una trasformazione, aumentando progressivamente il numero di elementi che compongono la parola chiave.

 

In altri termini, le keyword sono sempre più “longtail”, a coda lunga, ed è molto semplice capire il perché: quando cerchiamo qualcosa su Google attraverso i comandi vocali ci rivolgiamo al motore di ricerca con un linguaggio molto più vicino al quello naturale, utilizziamo quindi articoli, preposizioni, richieste specifiche e più complesse.

 

Al contrario se ci troviamo costretti a digitare sulla tastiera, sia essa touch che fisica, ottimizziamo il dispendio di energie, viste anche le risposte pronte e i suggerimenti che Google ci fornisce nella sua barra.

 

Ovviamente tutte queste considerazioni sono utili per implementare una strategia che aiuti siti internet e pagine web a non perdere i buoni posizionamenti già raggiunti con il duro lavoro e ad ottimizzare quelli futuri.

 

In che modo?

Tenendo a mente che non è più tempo di pensare solo a presentare un nostro prodotto ma è necessario intercettare i bisogni più nascosti e reconditi degli utenti interessati a conoscere ogni possibile informazione utile e correlata ai suoi bisogni.

 

User Experience Mobile

Un altro aspetto da tenere fortemente in considerazione durante la fase progettuale per realizzare un sito web, blog, portale o e-commerce che sia, è la User Experience.

 

Con User Experience si intende tutto ciò che un utente prova quando utilizza un servizio, un sistema o un prodotto, come un sito web o un’app, appunto.

 

Sicuramente il modo in cui ogni utente si interfaccia ad un sito viene influenzato dal mezzo che utilizza per consultarlo.

 

Ad esempio, un sito web pensato senza una progettazione desktop e mobile avrà delle ripercussioni abbastanza pesanti sul suo funzionamento: il portale nella maggior parte dei casi risulterà poco navigabile da smartphone.

 

La non navigabilità farà innervosire così tanto l’utente che vuole consultare un articolo o guardare un prodotto che abbandonerà l’idea di andare oltre nella ricerca su quel sito specifico fin dai primi secondi di navigazione.

 

L’instaurarsi di queste dinamiche farà perdere credibilità al sito (e probabilmente al brand) non solo agli occhi di un ipotetico cliente-lettore ma anche agli occhi di Google che interpreterà il nervosismo dell’utente come un segnale negativo riguardo l’architettura del website.

 

Ecco perché è sempre importante in ambito SEO pianificare una strategia che guardi oltre ai classici fattori di ottimizzazione (title, metadescription, keyword, anchor text, immagini, alt…) e che si focalizzi su tutti gli elementi che potrebbero in qualche modo andare a influire sul giudizio di un essere umano.

 

Come già indicato in altri articoli di questo blog, per indicizzare un sito web si potrebbe iniziare da quattro piccoli step al fine di ottenere risultati immediati e duraturi.

 

State ben attenti anche all’User Experience design per garantire maggiore fruibilità dei vostri contenuti e prodotti.

 

Posizionamento motori di ricerca, Local Seo e Mobile

Come aggiornare o realizzare un sito web performante e vincente in ottica “mobile-local”

Se si parla di Ottimizzazione e posizionamento sui motori di ricerca non è possibile non considerare la dimensione “local” della questione.

 

Proprio in virtù del fatto che le ricerche da mobile stanno superando quelle effettuate da desktop, è sempre più importante tenere a mente che moltissimi utenti utilizzano lo smartphone come strumento di orientamento istantaneo all’acquisto.

 

A tutti sarà infatti capitato di ricercare un servizio o un’attività in movimento. Bene, Google, come sempre, ha intuito che le necessità degli utenti che effettuano ricerche da mobile hanno bisogno spesso e volentieri di sapere quali attività attorno a loro possono essere le più inerenti e utili.

 

Nella guida ufficiale Google, Big G ha dichiarato di posizionare i risultati locali in base a:

 

Rilevanza (la scheda del sito/attività coincide con quello che l’utente sta cercando)
Distanza (indica quanto è distante un risultato di ricerca, e quindi un’attività, dalla località dalla quale si effettua la ricerca)
Prominenza (indica quanto il brand o il business è conosciuto rispetto ad altri)

 

In ambito SEO questo si traduce nella possibilità di affinare in maniera ancora più precisa il raggio d’azione della propria pagina, attività, sito etc.

 

Come? Ottimizzando i contenuti e il sito web in maniera “local” e “mobile”.

Sembreranno azioni semplici, ma molto spesso vengono tralasciate dai più: ecco gli esempi di buone pratiche da effettuare per mantenere una buona posizione nella SERP Google:

 

Apri una scheda Google My Business

Aggiungi una descrizione accurata e dettagliata della tua attività, carica belle foto, scegli la categoria giusta, fai attenzione ad inserire correttamente indirizzo, orario d’apertura, contatti, richiedi recensioni ai tuoi clienti e aggiorna spesso il tuo profilo.

 

Utilizza le giuste keyword

Aiutati con lo strumento Google Keywords Planner o altre suite per la ricerca di chiavi, come Seozoom, Ubersuggest, Keywordtool.

 

Scrivi contenuti utilizzando tecniche di Seo Copywriting

Utilizzando quindi keyword abbinate al nome della città e strutturando i contenuti con title tag, metadescription e header.

 

Inserisci una mappa nel sito

Nella pagina contatti è consigliato inserire una mappa che indichi dove si trova la tua attività.

 

Local link building

Inserisci la tua attività in portali di settore e coltiva dei buoni rapporti di vicinato con siti che si occupano di business simili ai tuoi.

 

Aggiorna i Social

È impossibile oggi pensare ad una strategia SEO senza curare la presenza sui social, veri e propri propulsori di popolarità per qualsiasi business che si rispetti.

 

Rivolgiti ad una agenzia seo

Solo rispettando questi parametri il tuo sito riuscirà a colpire piacevolmente Google che ha come scopo principale quello di fornire risposte esaurienti ai suoi utenti.

 

Se vuoi far arrivare il tuo sito nelle prime posizioni del motore di ricerca è bene optare per soluzioni professionali e non “home made”.

 

Rivolgiti sempre a professionisti del settore per una consulenza seo, potranno aiutarti a mettere in pratica la strategia più adatta alla tua personale situazione.

 

Author Luca Pioggiosi

Passo più tempo online che con gli amici. Forse esagero o forse è semplicemente ciò che amo fare. Da 10 anni ormai mi occupo di comunicare alle aziende e ai professionisti, quanto sia importante oggi avere una presenza e un'identità ben precisa online. Nell'animo sono effettivamente un pò nerd!

More posts by Luca Pioggiosi

Lascia un commento:

Leave a Reply

*

blog domidia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle ultime novità dell’online marketing.

Il giovedì nella tua posta!

Grazie mille, iscrizione avvenuta correttamente!