fbpx
SEOWordPress

La mia esperienza con Site Kit di Google: è così utile per il tuo sito?

By 5 Novembre 2019 No Comments
site kit di Google

Il plugin Site Kit di Google, rilasciato qualche giorno fa da Big G, permette di aver in un unico posto tutti i suoi tool, utili per un buon monitoraggio delle performance del tuo sito, quali:

 

  1. integrazione con la Search Console
  2. integrazione con Google Analytics;
  3. integrazione con Adsense;
  4. integrazione con Google Tag Manager e Optimize;
  5. monitoraggio del sito con PageSpeed Insights;

 

Cosa mi aspettavo da Site Kit di Google

Google che ti propone un plugin per WordPress è già una grande novità, più grande di quello che sembra.

 

Mi aspettavo di avere una serie di informazioni che dalla classica Search Console, Adsense o Analytics fosse difficile reperire.

 

Immaginavo non fosse così, le informazioni che sono presenti nei singoli tool sono le stesse che trovi su questo plugin.

 

Cosa ho riscontrato 

Dopo aver investito un po’ di tempo a capire cosa è il Site Kit di Google e come funzionasse, dalla dashboard è, ad esempio, possibile cercare e selezionare una pagina o articoli  (non i tag e le categorie) che ci interessano.

 

Una volta scelta ci verranno fornite tutte le informazioni di Analytics e della Search Console nel periodo di tempo scelto che di default è di 28 giorni. Insomma nulla di nuovo come previsto.

 

Problemi e bug

Ad ogni aggiornamento ho sempre dovuto disattivarlo e riattivarlo per farlo ri-funzionare correttamente.

 

L’ultimo aggiornamento ad esempio mi ha fatto saltare l’associazione del sito con la corretta proprietà su Analytics. Speriamo risolvano presto con una minor release.

 

Inoltre se hai configurazioni multisite della proprietà di Analytics scordati di poter far funzionare i pannelli del Site Kit di Google, in quanto rileva l’ID di Analytics ma non riesce ad associarlo correttamente.

 

Ultima considerazione: i dati forniti di AdSense sono praticamente inutili se non si possono incrociare col resto dei dati di Site Kit.

 

Conclusione

Personalmente sconsiglio di utilizzarlo, non vedo alcuna utilità nel concedere parte delle risorse di WordPress a un sistema che può essere consultato direttamente alla fonte.

 

Se proprio ci tieni a soddisfare una delle metriche di Google, cioè una buon Pagespeed, allora fai come faccio io:

 

Utilizza il meno possibile plugin inutili sul tuo sito web. Se ci tieni così tanto ad effettuare un’analisi dei dati e delle visite, collegati su ogni singolo strumento e concentrati sulla prossima mossa da fare per migliorare il tuo business 😉

 

Luca Pioggiosi

Author Luca Pioggiosi

Passo più tempo online che con gli amici. Forse esagero o forse è semplicemente ciò che amo fare. Da 10 anni ormai mi occupo di comunicare alle aziende e ai professionisti, quanto sia importante oggi avere una presenza e un'identità ben precisa online. Nell'animo sono effettivamente un pò nerd!

More posts by Luca Pioggiosi

Lascia un commento:

Leave a Reply

*

blog domidia

Iscriviti alla nostra Newsletter e rimani aggiornato sulle ultime novità dell’online marketing.

Il giovedì nella tua posta!

Grazie mille, iscrizione avvenuta correttamente!